Benvenuti su L.A.I.C. Abruzzo

Chi siamo

La Libera Associazione Invalidi Civili, meglio conosciuta come L.A.I.C. è nata da una geniale intuizione del Cav. Alfredo Civitani nel corso dell’anno 1984, più precisamente il 28 febbraio in Velletri come Sede Regionale, divenuta poi Sede Nazionale e con altre Sedi Regionali, Provinciali e Zonali in tutta Italia.

Detta Associazione otteneva il riconoscimento di Ente Morale con personalità giuridica di diritto privato grazie al Decreto del Ministro dell’Interno in data 18 marzo 1998.

Carlo Barrella. Presidente

L’Ente conta in Italia circa 200mila iscritti sparsi nelle varie Sedi Regionali e Provinciali. Inoltre ha Sedi Comunali e Zonali e nel corso del tempo ha avuto modo di svilupparsi all’estero, come per esempio in Albania dove ha circa 5000 iscritti o in Polonia dove ha 3000 iscritti e sono in corso pratiche per l’apertura di una Sede L.A.I.C. in Romania ed in Germania.

Tutto questo grazie al lavoro alacre e faticoso del suo Presidente Nazionale Cav. Civitani scomparso prematuramente nel 2007, dei dirigenti e degli associati che hanno cercato di sviluppare il discorso associativo ed hanno supportato gli invalidi, gli anziani e gli emarginati che man mano si sono avvicinati.

La Sig.ra Tiziana Civitani è subentrata come Presidente Nazionale, alla morte del padre, ha assicurato la continuità del servizio, incrementandolo con attività innovative molto apprezzate dagli utenti.
Per quanto attiene la L.A.I.C. in Abruzzo, vi è la Sede Regionale a Lanciano, quindi le Sedi Provinciali di Pescara, Giulianova, Pescina e Lanciano, nonché diverse Sedi Zonali quali: Atessa, Lama dei Peligni, Casoli, Torino di Sangro e Guardiagrele.
L’Associazione non ha scopo di lucro ma si propone finalità morali ed assistenziali aiutando tutti coloro che ad essa si rivolgono per conseguire il riconoscimento dei benefici previsti dalle disposizioni vigenti in materia di invalidità civile e facendosi interprete dei loro bisogni presso le Istituzioni nonché alla loro valorizzazione.
Essa inoltre persegue finalità di solidarietà sociale, della formazione, della rappresentanza e tutela dei diritti civili a favore degli invalidi/disabili nonché fini di promozione ed integrazione sociale.

Tiziana Civani. Presidente Nazionale

Compito precipuo dell’Associazione è il perseguimento di finalità di promozione e di integrazione sociale con l’esclusione precisa di prestazioni di competenza delle Regioni, delle Province, dei Comuni singoli o associati e del Servizio Sanitario Nazionale.
L’Associazione espleta ed espleterà sempre attività di volontariato di utilità e di promozione sociale, di solidarietà e di provvidenza nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati ed in favore di tutti coloro che ad essa fanno ricorso per l’assistenza e quant’altro necessario.
Coltiva la promozione dell’integrale attuazione dei diritti costituzionali concernenti l’uguaglianza di dignità e di opportunità nonché la lotta contro ogni forma di discriminazione nei confronti dei cittadini che, per causa di età, di deficit psico-fisici o funzionali o di specifiche condizioni socio-economiche, sono emarginati socialmente.

Il Sodalizio Regionale L.A.I.C. di Lanciano, in relazione ai compiti istituzionali, ha esplicato ed esplicherà la propria opera assistenziale anche attraverso lo sviluppo di altre attività atte a:

01. promuovere altresì l’integrazione scolastica degli adolescenti;

02. promuovere le informazioni dei docenti e personale di sostegno agli invalidi civili;

03. promuovere e mantenere il sito Internet ed altri mezzi per la pubblicazione e la diffusione di informazioni che trattano la problematica dell’invalidità e della disabilità, gli eventi e le iniziative prese in favore delle categorie delle fasce più deboli dei cittadini.

Questa Sede Regionale L.A.I.C. è fortemente stimolata ed impegnata con risorse specifiche sul “recupero sociale” dell’invalido/disabile.

La Sede Regionale L.A.I.C. di Lanciano ha espletato in maniera intensa la propria attività coerentemente con le finalità derivanti dallo Statuto Nazionale e con quelle perseguite dal Direttivo, ha cercato innanzitutto di implementare la visibilità e l’immagine dell’Associazione nel territorio di riferimento coordinando il lavoro delle Sedi Provinciali e Zonali d’Abruzzo.

Ha intensificato azioni di proselitismo e sostegno degli invalidi, orientandoli nell’assolvimento degli adempimenti per le pratiche di pensioni, di invalidità civile, riabilitative e di riconoscimento dell’Handicap.

Ha promosso iniziative a livello nazionale, mirante ad ottenere la rappresentatività L.A.I.C. in seno alle Commissioni Invalidi Civili ai fini della designazione di un componente medico ed a livello regionale, per il riconoscimento della funzione Socio-Assistenziale dell’Associazione con finanziamento mirato già ottenuto con la recente Legge finanziaria regionale.

Tutto questo ha consentito l’apertura negli ultimi nove mesi di Sedi Comunali ed Intercomunali a Torino di Sangro e Guardiagrele.
La valorizzazione dell’esperienza nel campo assistenziale degli invalidi costituisce una delle strategie che l’Associazione L.A.I.C. persegue.

La nostra esperienza ha dimostrato quanto l’unione di risorse, intelligenze, professionalità e collaborazione tra istituti ed operatori volontari rappresenti l’unica strada da percorrere per realizzare servizi assistenziali validi per le fasce più deboli dei cittadini.

E’ da rimarcare inoltre il fatto che circa l’80% dei presidenti e dei dirigenti delle Sedi L.A.I.C. d’Abruzzo sono persone riconosciute “invalidi civili”.

Partecipazione alle iniziative sociali

Per quanto concerne il coinvolgimento e la partecipazione degli associati alle iniziative sociali, dopo aver ricordato che tutti possono usufruire, a richiesta, dell’assistenza del Sodalizio vi è da dire che:

Dotazioni

Sono disponibili, di proprietà dell’Associazione, due autovetture di cui una attrezzata per il trasporto dei disabili in carrozzella.

Tutte queste iniziative sono state prese per rispondere alle esigenze della popolazione con l’intento di intervenire sul disagio nelle varie forme di marginalità sociale, oltre che promuovere nel territorio, per quanto possibile, una migliore qualità della vita!
La coerenza di queste prestazioni ai bisogni del territorio è rappresentata proprio dalla natura della viabilità nei luoghi oggetto di attività con conseguenti agevolazioni della notorietà degli invalidi/disabili.

Sono disponibili, inoltre, di proprietà dell’Associazione, due autovetture di cui una attrezzata per il trasporto dei disabili in carrozzella. All’occorrenza gli operatori volontari mettono a disposizione le proprie autovetture per sopperire alle esigenze degli utenti nei trasporti, accessi domiciliari e consegna di presidi medico-chirurgici, il tutto in maniera gratuita.

Gli invalidi non autosufficienti, gli anziani, gli emarginati costituiscono un grave peso per la famiglia ed anche per gli organi istituzionali per cui la ricaduta degli effetti benefici sul territorio di quanto si è realizzato e si andrà a realizzare, arrecherà indubbiamente un sollievo alle famiglie ed alle istituzioni medesime.
Inoltre l’innovazione e l’originalità di quanto realizzato e di quanto si andrà ancora a realizzare in favore degli invalidi, costituirà un arricchimento della sensibilità degli operatori volontari per il contatto diretto con il disagio umano!

Questi servizi hanno contribuito e contribuiranno a migliorare le condizioni di vita di questi utenti anche per la tranquillità di sapere di avere persone a disposizione. Per essi infatti basta una telefonata ed automaticamente scatta il servizio di assistenza.
Non bisogna dimenticare, infatti, che il territorio di riferimento, specie quello interno, è paurosamente carente dei servizi che l’Associazione propone ed effettuata gratuitamente.

Tutti gli assistiti vengono periodicamente e/o tempestivamente informati e tenuti al corrente di dispositivi di legge, circolari concernenti agevolazioni, migliorie e restrizioni per le categorie protette nonché di tutte le iniziative intraprese dalla L.A.I.C. per rivendicazioni presso Istituzioni Nazionali, Regionali, Provinciali e Comunali a favore delle categorie protette.

Tra gli iscritti si annovera uno svariato numero di operatori volontari: (medici, infermieri, operatori sociali, funzionari amministrativi) e tanti altri pensionati. Costoro lavorano in ospedali, Istituti, Aziende e nel Sociale in genere. Operatori questi, che offrono gratuitamente per l’Associazione L.A.I.C. la propria opera per tutte le attività sopra descritte.
La valorizzazione delle esperienze nel campo assistenziali degli invalidi costituisce una delle strategie che l’Associazione L.A.I.C. ha sempre perseguito e perseguirà.

L’esperienza ha dimostrato quanto l’unione di risorse, intelligenze, professionalità e la collaborazione tra istituti, operatori, enti, aziende privati e cittadini rappresenti l’unica strada da percorrere per realizzare servizi validi ed efficienti per disabili.
L’azione tenace e costante dell’Associazione L.A.I.C. Regionale nelle sue Sedi Provinciali, Comunali e Zonali ha portato al conseguimento di significativi risultati in campo Nazionale, Regionale, Provinciale e Locale, favorendo, altresì, l’intensa partecipazione degli invalidi/disabili associati alle significative iniziative sociali.

La conoscenza e la diffusione di pratiche innovative nella gestione dei servizi socio assistenziali per i disabili vanno incentivate anche perché consentono di valorizzare esempi riproponibili in tutto il territorio Nazionale e di promuovere la collaborazione fra istituzioni, operatori sanitari, sociali e volontari, utenti ed aziende.

Staff

Carlo BARRELLA
Presidente

Eduardo MASTRANGELO
Vice-Presidente

Gasperino PRIMOMO
Consulente / Operatore

Maurizio NUVOLI
Consigliere Regionale

Entra a far parte di L.A.I.C. Difendi i tuoi diritti!

Menu